consigli di lettura

La ragione per cui abbiamo due occhi e una sola bocca è che dobbiamo leggere di più e parlare di meno.

Zenone di Cizio (…beh più o meno, con qualche piccola variazione)

Ultimi aggiornamenti

“La carne” di Cristò

Due storie corrono parallele: da un lato un vecchio, intrappolato in un mondo popolato da zombie tanto innocui quanto inquietanti, incapaci di morire e incapaci di vivere, dall’altro un medico sommerso da strani bigliettini scritti durante la notte dai suoi ignari pazienti. Questa è la storia che ci racconta Cristò Chiapparino nel suo romanzo redivivo, […]

“Il silenzio” di Don DeLillo

Silenzio, il profeta ha parlato di nuovo. Una delle qualità che più ammiro negli scrittori è la capacità di prevedere – o meglio di vedere attraverso – le cose. Se la bravura tecnica è qualcosa che in una certa misura può essere appresa e trasmessa, la profondità di sguardo è una qualità tanto rara quanto […]

“Ragazza, donna, altro” di Bernardine Evaristo

Amo i film antologici, i racconti autoconclusivi, i concept album. “Ragazza, donna, altro” è tutto questo e molto di più. È innanzi tutto un’opera politica, femminista, anti-razzista e anti-omofoba, ma il suo valore letterario supera i confini del manifesto di una corrente di pensiero. Il romanzo – se di romanzo si può parlare – dimostra […]

“La Grande Beune” di Pierre Michon

Gli incompiuti normalmente disorientano il pubblico. Manca la certezza di uno scopo che spesso funge da motore per l’intera storia e sostiene come una fede cieca gli occhi dei lettori sino all’ultimo rigo. Perché, dopotutto, leggere qualcosa che anche il suo autore non è riuscito a portare a termine? Eppure con “La Grande Beune” Pierre […]

“Melancolia della resistenza” di László Krasznahorkai

Innocenza ed esperienza si alternano danzando in un equilibrio precario e costante che aggioga pianeti, stelle, popoli, persone, elementi chimici. Krasznahorkai nel suo capolavoro “Melancolia della resistenza” canta il trionfo del caos, illumina la decomposizione. Non c’è altro protagonista nell’atmosfera asfittica e convulsa del romanzo: solo il caos, che si manifesta nell’alternanza di voci e […]


Costruiamo qualcosa insieme.