consigli di lettura

La ragione per cui abbiamo due occhi e una sola bocca è che dobbiamo leggere di più e parlare di meno.

Zenone di Cizio (…beh più o meno, con qualche piccola variazione)

Ultimi aggiornamenti

“Cometa” di Gregorio Magini

Quando il nostro passato diventa Storia? Oggi sembra difficile rispondere a questa domanda, in un mondo che fa fermare la Storia alla fine della Seconda Guerra Mondiale. I più curiosi, alle superiori, avranno chiuso il libro e si saranno chiesti: cosa viene dopo? Come se “dopo” fosse un concetto accettabile. Il finalismo è il peccato […]

“I beati anni del castigo” di Fleur Jaeggy

Appenzell, Svizzera. Siamo in un collegio laico, seguiamo i passi ordinati delle educande che si avvicinano all’agognata libertà giorno dopo giorno, arrancando verso la vita adulta. Questa la trama per sommi capi del romanzo forse più noto di Fleur Jaeggy. Svizzera anche lei, come la protagonista senza nome. Anche lei dotata di una voce pulita, […]

“Zona” di Mathias Énard

Appena finito di leggere Énard bisogna riprendere fiato. Bisogna sedersi, respirare a fondo. I paragrafi senza punteggiatura richiedono impegno e costanza, il discorso è interminabile e faticoso, la prosa è un capolavoro. Quando si volta l’ultima pagina si è sfiniti, trionfanti, ammaccati, estasiati. Di certo conoscerete la sensazione che si prova quando si sta per […]

“Il suo corpo e altre feste” di Carmen M. Machado

L’immaginazione selvatica dei nuovi autori americani trova spesso terreno fertile nelle storie di poche facciate. Forse è un pregiudizio positivo, ma sembra che la dimensione stessa del racconto sia uno strumento che alcune fantasie sfrenate riescono a utilizzare molto bene a loro favore, rendendola il buco della serratura da cui spiare mondi enormi che vengono […]

“Il Crollo” di Chinua Achebe

C’è un’epica scomoda che ci pungola perché è troppo attuale, perché non divide il mondo in un rassicurante chiaroscuro fra buoni e cattivi, perché racconta qualcosa di cui siamo spettatori impotenti e colpevoli. Siamo in Nigeria, all’alba del Novecento. Nulla tradisce lo scorrere delle epoche perché il villaggio di Umuofia è un luogo in cui […]


Costruiamo qualcosa insieme.