consigli di lettura

La ragione per cui abbiamo due occhi e una sola bocca è che dobbiamo leggere di più e parlare di meno.

Zenone di Cizio (…beh più o meno, con qualche piccola variazione)

Ultimi aggiornamenti

“La carne” di Emma Glass

Persone fatte di sabbia, di caramelle gommose, di ramoscelli. È l’incubo di un bambino, “La carne” di Emma Glass, opera prima di folgorante bellezza e strabiliante forza espressiva. L’ambientazione che fa da cornice a un insieme eterogeneo di personaggi bizzarri è così ordinaria da fare paura: ci sono una famiglia normale, una scuola normale, un […]

“Riaffiorano le terre inabissate” di M. John Harrison

La trama di “Riaffiorano le terre inabissate” (ed. Atlantide) ha la coerenza di un sogno: qualcosa di sommerso pare rendere logico il susseguirsi degli eventi, eppure analizzando ogni particolare da svegli niente sembra avere senso. Anche noi lettori sentiamo così lo smarrimento dei personaggi mentre s’immergono sotto la superficie opaca delle loro storie: ci dibattiamo […]

“Dio è morto” di Ron Currie Jr.

Lo diceva Nietzsche, lo dicevano pure Guccini e i Nomadi: Dio è morto. Quello che non dicevano è che prima si è incarnato in una giovane donna africana e che, alla ricerca del fratello perduto, ha vagato nel Sudan fra politici in visita diplomatica, campi profughi affamati, violenza, odio e atrocità inimmaginabili. Ovviamente la ragazza […]

“Scusate il disturbo” di Richard Ford

“Sorry for your trouble” è qualcosa che in Irlanda si dice ai funerali, qualcosa di vicino al porgere le proprie condoglianze. Mi dispiace per il tuo dolore sarebbe una traduzione appropriata, intesa però con una sfumatura leggermente diversa perché trouble significa problema, difficoltà, ma anche disturbo o guaio. Scusate il disturbo è quindi un modo […]

“Racconti di follia” di Patrick McGrath

McGrath ha un flirt con la psichiatria che dura sin dall’infanzia. Certo doveva sentirne parlare spesso, quando viveva coi genitori nei pressi del manicomio di Broadmoore, in cui il padre prestava servizio come psichiatra. Broadmoore ancora oggi affascina e atterrisce, carico com’è di storia e di un fascino oscuro che si snoda dalla sua fondazione […]


Costruiamo qualcosa insieme.